Android-app-on-google-play appstoreDownload the APP and join the world of MyVirtuoso Home!

Le smart home e i dispositivi connessi sono sempre più parte integrante delle famiglie italiane. Un trend già segnalato nel corso del 2017 e che riceve nuova linfa vitale nell’anno appena trascorso: questi sono i dati raccolti e pubblicati dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano nel corso del convegno “Smart Home: senti chi parla!” svoltosi lo scorso 15 febbraio.

In aumento nella nostra penisola non solo il valore complessivo del mercato, che si assesta intorno ai 380 milioni di euro (contro i 250 del 2017), ma anche la crescita rispetto ai dati dell’anno precedente. Se nel 2017 l’incremento del mercato era stato pari al 35%, il 2018 porta in dote un +52% da far invidia ai principali Paesi Europei, che tuttavia vantano un mercato decisamente più consolidato (da quasi due miliardi in Germania e Regno Unito).

I dispositivi più richiesti rimangono quelli legati alla sicurezza, con un mercato da 130 milioni (il 35% del totale). Seguono la novità del 2018, gli smart speaker, che generano introiti per 60 milioni di euro (il 16%) e il controllo remoto dei grossi elettrodomestici (55 milioni, 14%). Notevole l’incremento della richiesta di termostati, caldaie e climatizzatori connessi, che incidono per il 12% sul mercato (45 milioni) e la crescita del +50% della richiesta di soluzioni per la gestione dell’illuminazione, prevista come il campo di maggior interesse per questo 2019.
Tutti campi in cui MyVirtuoso Home eccelle ormai da anni, permettendo di controllare tutti questi dispositivi da un’unica APP, resa con l’ultimo aggiornamento più semplice ed intuitiva, oltre che ad utilizzare processi di edge computing, che gli consentono di essere all’avanguardia rispetto alla concorrenza: grazie all’utilizzo di questa tecnologia, infatti, MyVirtuoso Home abbatte i tempi di elaborazione della risposta da parte del sistema e l’utilizzo della banda per l’invio dei dati, oltre che garantire il funzionamento del sistema anche in caso di scarsa connettività.

Ma a chi affidarsi per acquistare o installare i prodotti smart? La metà dei consumatori si rivolge ad installatori professionisti, che svolgono quindi il ruolo più importante sul mercato, perdendo però terreno nei confronti di eRetailer e retailer. Questo, secondo l’Osservatorio, perché la filiera tradizionale non è ancora riuscita a sfruttare completamente questo nuovo business, anche a causa della carenza di corsi che aiutino piccoli e grandi installatori a comprendere e sfruttare al meglio i prodotti di domotica.

This site uses cookies, including third parties, for operation and analysis of the site. By continuing browsing accept the use of such cookies. For more information check the Privacy Policy.