Secondo il nuovo rapporto "Renewable Power Generation Costs in 2018di IRENA, l'Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili, l'energia rinnovabile è già oggi, in molte parti del mondo, la fonte di energia elettrica più economica, anche rispetto alle fonti fossili, con un trend in continuo ribasso.

 "L'energia rinnovabile è la spina dorsale di ogni sviluppo che mira ad essere sostenibile", ha dichiarato Francesco La Camera, Direttore Generale di IRENA. "Dobbiamo fare di tutto per accelerare questa crescita e raggiungere gli obiettivi prefissati dall'Accordo di Parigi".
Il calo dei costi delle tecnologie per le energie rinnovabili nel 2018 sono calate come mai prima d'ora: il costo medio ponderato globale dell’elettricità si sia abbassato per tutte le tecnologie rinnovabili disponibili sul mercato: -26% per il solare termodinamico, -14% per le bioenergie, -13% per il solare fotovoltaico e per l’eolico a terra (onshore), -12% per l’idroelettrico e -1% per geotermico ed eolico offshore.

Fotovoltaico (che dal 2009 ha visto calare i costi per i moduli del 90%) ed eolico in particolare trainano questa corsa al ribasso, con continui cali previsti nel prossimo decennio. Non solo, ma la maggior parte dei progetti fotovoltaici ed eolici programmati per l'anno prossimo produrranno energia a prezzi più bassi di carbone, petrolio e gas naturale.

Da sempre sensibili alle tematiche legate alle energie rinnovabili, da anni Smartdhome permette il monitoraggio dell'energia grazie al suo sistema di domotica wireless MyVirtuoso Home.
Con MyVirtuoso Home è possibile verificare in tempo reale la produzione dell’impianto, il consumo generale e il bilancio, permettendo l’attuazione o lo spegnimento delle utenze e massimizzando sia il ritorno economico dell’investimento, sia l’utilizzo dell’energia nell’abitazione. Inoltre, utilizzando il PV Balancer, uno dei dispositivi chiave del sistema, sarà possibile deviare il surplus energetico disponibile per attivare proporzionalmente una resistenza, come ad esempio quella di un boiler dell’acqua calda. Questo permetterà di utilizzare il proprio boiler come una sorta di accumulatore di energia e garantirà l’impiego al 100% di tutto quanto prodotto dall’impianto fotovoltaico, azzerando la cessione alla rete.

Contattaci per saperne di più, o consulta questa brochure.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per funzionamento e analisi del sito stesso. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy.